ALLEGRI: “NON E’ UN TRAGUARDO, E’ UN PASSAGGIO IN VISTA DI CARDIFF”