Gianluca Vialli: “Ora mi rendo conto che ogni volta che voglio piangere, piango”. Di Emanuele Perego