Il responsabile dell’area tecnica Pierpaolo Marino è intervenuto nel corso del programma televisivo Udinese Tonight sui temi attuali legati alla ripresa della stagione.

L’Udinese metterà in atto le misure per adeguarsi al protocollo sanitario sugli allenamenti nel momento in cui sarà approvato con linee guida definitive. Molti addetti ai lavori del calcio hanno fretta di ripartire, ma da parte del Governo è chiaro il segnale che l’attenzione massima va prima di tutto alla salute pubblica.

La mia preoccupazione principale resta sempre rivolta alla prossima stagione: quando inizierà e con quali modalità si svolgerà? Sarà una partita ancora più delicata in termini economico finanziari, per quanto sia giusto perseguire l’obiettivo di salvare anche questo campionato. La prossima stagione sarà per forza di cose molto compressa, oltretutto è un errore considerare la sosta forzata come ferie, che dovranno comunque essere concesse. Se non ci preoccupiamo di come ripartire nel 2020/2021 sarà difficile trovare un punto di incontro per risolvere il nodo legato alla stagione in corso.
Condivido la posizione dei tifosi: con centinaia di morti al giorno pensare di mettere in scena uno spettacolo spettrale come una patita a porte chiuse ha poco a che fare con il vero calcio. Apprezzo molto la maturità dimostrata dagli ultras dell’Udinese, protagonisti di encomiabili azioni di solidarietà.